Ultima modifica: 4 Maggio 2019

2 MAGGIO: Visita d’istruzione a Pompei e Oplontis

Ieri, 2 maggio 2019, le classi 1B, 2B e 5B del Liceo Classico e la 5E del Liceo delle Scienze Umane, accompagnate dai docenti Dainotto, Polidori, Proietti, Sirleto e Simonetti, si sono recate a Pompei ed Oplontis per un’uscita didattica alla riscoperta degli eventi naturalistici che fermarono la storia di questi due centri in una data autunnale (finora identificata con il 24 agosto e ora, alla luce degli ultimi ritrovamenti, procrastinabile al 24 ottobre) del 79 d.C.

In un percorso storico-naturalistico-archeologico che è andato dalla testimonianza di Plinio il Giovane sulla fenomenologia dell’eruzione esplosiva che ancora oggi i geologi definiscono “pliniana”, ai primi fortuiti ritrovamenti dell’architetto Fontana, alle campagne di scavo sette-ottocentesche per arrivare a quelle più recenti, gli studenti hanno potuto passeggiare sulle orme del passato. Spazi di vita pubblica come il foro, le terme, l’anfiteatro, il teatro grande, il teatro piccolo o Odèion, i templi, ma anche le botteghe, i termopolia (antenati delle nostre attività per il cibo take-away), le strutture ricettive dei numerosi commercianti che frequentavano la città come i praedia di Giulia Felice che si fregiava anche della presenza di una struttura termale privata (in altre parole un moderno B&B con annessa SPA). E poi strade, fontane pubbliche, acquedotti e addirittura antiche torri piezometriche per garantire il rifornimento idrico alla giusta pressione a tutto l’agglomerato urbano. Quindi le innumerevoli domus, le decorazioni a stucco, gli affreschi coloratissimi di pareti e soffitti, i mosaici dei pavimenti e non solo.

Last but not least, la Villa di Poppea ad Oplontis, un “piccolo” gioiello straordinariamente conservato, che permette di apprezzare appieno le caratteristiche dell’edilizia privata di lusso dell’epoca e di visualizzare le stratificazioni della lava che la ricoprirono!

Un’esperienza didattica, dunque, estremamente densa ed impegnativa, ma certo gratificante per studenti e docenti al termine della quale i nostri ragazzi, come non di rado ci accade, hanno ricevuto i complimenti del personale di sorveglianza e delle guide non solo per il comportamento irreprensibile, ma anche per il vivo interesse e la genuina curiosità dimostrati!